Torna al blog

Il trend 2019 individuato da Shutterstock che ci è piaciuto di più!

Noi stiamo pensando a Blade Runner. Vi ricordate come si immaginava il futuro Ridley Scott? E sapete in che anno aveva pensato di ambientare il suo film? Esattamente nel 2019.

Diciamo che la visione del futuro negli ANNI ’80 era un po’ differente da quanto in realtà oggi noi vediamo nella nostra contemporaneità.

Come spiega Aaron White nel suo articolo, negli 80’s c’era un profondo ottimismo in merito a quanto la tecnologia nascente avrebbe potuto cambiare le nostre vite. E questo entusiasmo si è ripercosso nel cinema, nella musica e nell’arte.

Il mondo idealizzato negli Anni ’80 avrebbe dovuto prevedere: “glowing neon, lighit grid landscapes, buzzing synthesizers”. Ed ecco che le luci al neon, le immagini dove si alternano due tonalità, i videogiochi del Commodor 64, diventano la nostra nuova contemporaneità, il nostro nuovo trend.

L’ottimismo degli Anni ’80 in merito agli scenari futuri per noi è assolutamente contagioso da un lato, ma dall’altro è un pensiero quasi triste: purtroppo il nostro presente non è esattamente così colorato e divertente come ce lo siamo immaginati quarant’anni fa. Però il nostro compito è anche quello di stimolare sogni e alimentare nuove speranze per il futuro. E questo richiamo all’ottimismo del passato può essere un buon modo per infondere nuova linfa vitale.

yesterday's tomorrow

Questo trend evidenziato da Shutterstock a noi ha colpito davvero molto, e non solo perché gli anni ’80 li abbiamo vissuti, ma perché dietro questo spunto apparentemente estetico, c’è una riflessione molto più profonda: cosa è andato storto?

Voi cosa ne pensate? Aspettiamo con ansia di conoscere la vostra opinione.

Intanto noi ringraziamo Shutterstock e Aaron White e ci divertiamo un po’ con i tutorial da loro suggeriti.

Torna al blog