E l'aggiornamento alla versione 5.8. Siate originali!

Telegram, la piattaforma di messaggistica con sede nel Regno Unito, si aggiorna alla versione 5.8. La nuova versione è già disponibile per iOS ed Android e include diverse novità molto interessanti.

Oggi vogliamo concentrarci su una di queste. Forse la novità più importante. Parliamo di People Nearby, o se preferite, persone nelle vicinanze. Questa funzione permette di scambiare messaggi con utenti nelle vicinanze, sfruttando la geolocalizzazione del proprio dispositivo. Quella che solo fino a poco tempo fa era una caratteristica distintiva delle app per incontri -vedi Tinder- oggi diventa un fattore cruciale per una piattaforma di messaggistica. La possibilità di chattare col vicino infatti, è stata fino ad oggi utilizzata soprattutto dalle piattaforme di incontri proprio per permettere il matching tra sconosciuti. Abbiamo trovato molto interessante il fatto che questo tipo di interazione social sbarchi su un’app di messaggistica, che non nasce come app per incontri. E mentre Wathsapp, il colosso americano di casa Facebook, rimane un’app per scambiare messaggi, Telegram oggi prova a diventare qualcosa di diverso.

Photo by Ricardo Nunes on Unsplash

La possibilità di dialogare con le persone vicine può tornare davvero utile. Provate infatti ad immaginare di poter organizzare rapidamente dei gruppi in un luogo affollato, come ad esempio ad un concerto. Le informazioni potrebbero viaggiare rapidamente, e diffondersi a prescindere dal fatto di conoscere il numero di telefono della persona accanto a noi. Una specie di passaparola, ma con l’efficienza di un software pensato proprio per questo. Ecco l’aspetto interessante di questo aggiornamento. Un software che diventa intermediario delle interazioni tra persone che non si conoscono. Sì, è vero, questo accade già da diversi anni su moltissime piattaforme. Ma per la prima volta questo concetto diventa particolarmente intimo. Persone sullo stesso tram, nella stessa sala cinematografica, nello stesso locale, potranno rapidamente prendere contatto tra loro.

Viene proprio da chiedersi se questo non sia possibile anche senza un’app. Ed è proprio questo il punto. Vi ricordate di Spotted? Spotted è una pagina Facebook molto utilizzata in passato nelle aule delle università, e nei college – dato che nasce negli States – per chattare con i colleghi. Inutile dirlo, ma questa pagina veniva utilizzata nella maggior parte dei casi per fare commenti più o meno maliziosi -molto spesso più che meno- nei confronti dei vicini, il tutto nel completo anonimato. C’è quindi il rischio che la nuova funzione introdotta su Telegram, diventi presto una funzione Spotted, e perda la sua utilità a favore di commenti di cui si potrebbe anche fare a meno. Alcuni già la chiamano la funzione di acchiappo da Telegram, giusto per fugare ogni dubbio. Ovviamente tutto ciò dipenderà esclusivamente dalle persone che decideranno di utilizzare questa nuova funzionalità della piattaforma, ed intendiamoci, non c’è nulla di particolarmente sbagliato nell’usarla per “acchiappare”. Come dicevamo il punto sta tutto qui. Un’app viene sviluppata ed aggiornata per offrire un servizio che favorisca la comunicazione, ma a conti fatti questo non fa che alimentare un certo tipo di interazioni.

Lo ripetiamo: non vediamo nulla di strano in tutto questo. Al contrario, in determinati contesti è logico che si sviluppino certe dinamiche. Questo succede da sempre. Solo che prima la comunicazione viaggiava su fogli di carta, oggi sullo schermo di uno smartphone. Certo, liberarsi di un foglio di carta è più semplice che liberarsi di un messaggio che decine di persone hanno sul proprio telefono, ma questa è tutta un’altra storia. Telegram infatti si è impegnata al massimo per garantire la privacy dei propri utenti, ed i suoi protocolli di fatto la garantiscono. Non sarà infatti possibile visualizzare il numero di telefono dello sconosciuto, a meno che questi non voglia mostrarlo.

NYC Underground
Photo by Manuel Lardizabal on Unsplash

Abbiamo tutti in tasca un telefono che ci permette di comunicare senza limitazioni. Abbiamo tutti in tasca un grande potere, e si sa, da grandi poteri derivano grandi responsabilità. Siate originali.

Noi siamo molto curiosi di provare questa nuova funzione. E voi, che ne pensate? Se ci incontriamo su un tram, fatecelo sapere.