Torna al blog

La 4° stagione dei Duffer Brothers promossa con installazioni sparse in tutto il mondo. (Più un piccolo consiglio finale!)

Stranger Things è una colonna portante del catalogo Netflix, e ognuna delle sue quattro stagioni è stata attesa con trepidazione dai fans. Si tratta con ogni probabilità della serie più iconica prodotta da Netflix. Certo, c’è il caso Squid Game, ma ci sembra di poter dire che per quanto sia stata apprezzata, la serie coreana abbia più incuriosito che fatto affezionare gli spettatori.

locandina stranger things 4

Le avventure di Michael e della sua banda invece hanno lasciato un solco profondo nell’immaginario contemporaneo, riproponendo nostalgicamente le atmosfere degli anni ’80, grazie a musiche, costumi e scenografie perfette. Anche lo storytelling della serie riesce a rimanere aderente ai canoni cinematografici dell’epoca, seguendo le orme di iconici film di fantascienza come E.T. L’extraterreste del 1982 e Ritorno al futuro del 1985.

Potremmo proseguire con i riferimenti al cinema di quel periodo, ma ci siamo capiti: Stranger Things si colloca molto bene nell’ambito del dramma fantascientifico, con i tipici elementi action del cinema per ragazzi. La serie ideata da Matt e Ross Duffer è perfetta per grandi e piccini, e si regge solidamente sui cliché del cinema hollywoodiano per adolescenti.

Occupandoci di comunicazione noi di Supermad non potevamo ignorare quanto Stranger Things sia riuscita a diventare molto più di una serie televisiva. La trepidante attesa di milioni di spettatori e la loro voglia di rituffarsi nell’atmosfera retrò della serie, hanno dato origine a decine di iniziative sparse in tutto mondo, per promuovere la premiere della 4° stagione.

La mattina del 27 maggio (giorno dell’uscita della 4° stagione), sulla spiaggia di Bondi Beach di Sydney appare una piovra gigante circondata da persone in tuta ignifuga che fingono di ispezionarla.

Anche in piazza Duomo a Milano Stranger Things è arrivata per trascinare la folla nel suo Upside Down: taxi gialli, cabine telefoniche, insegne al neon e una pista di pattinaggio hanno riportato gli anni ’80 nella splendida piazza milanese.

Oltre a Sydney e a Milano, anche molti altri importanti siti storici sparsi per il mondo sono stati coinvolti nella promozione della 4° stagione: l’Empire State Building di New York, il Gran Malecon di Barranquilla in Colombia, il Gateway of India di Mumbai, il Menara Kuala Lumpur in Malesia, l’Al-‘Ula National Monument in Arabia Saudita, il Cologne Media Park in Germania, l’XBox Plaza di Los Angeles, il Wawel Castle in Cracovia, la Medborgarplatsen di Stoccolma, il Guggenheim Museum di Bilbao e tanti altri.

Insomma Stranger Things è diventata un vero e proprio culto, con un impatto sull’immaginario collettivo davvero notevole. Se non hai ancora visto Stranger Things ti consigliamo di dargli una possibilità: le sue atmosfere ed il ritmo incalzante delle sue vicende ti coinvolgeranno di sicuro.
A nostro modesto parere la prima e la seconda stagione (soprattutto la prima), rimangono le migliori, ma facci sapere anche tu cosa ne pensi!

Vogliamo salutarti ricordandoti che da oggi venerdì 3 giungo è disponibile su Amazon Prime Video la terza stagione di The Boys. Se hai voglia di qualcosa di meno convenzionale ascolta il nostro consiglio: metti in pausa Stranger Things e passa a The Boys! Ti abbiamo parlato di The Boys in QUESTO articolo.

Noi di Supermad aspettavamo la terza stagione con grande trepidazione: l’originalità e la freschezza di questa serie hanno davvero pochi paragoni. Siamo sicuri che ti divertirai tantissimo, forse (non ce ne vogliano i fratelli Duffer), anche di più che nel loro Upside Down!

Torna al blog