Il nuovo cioccolato rosa incredibilmente social

Per noi di Supermad i colori sono una cosa molto seria, e a quanto pare non siamo gli unici a pensarla così.

La Barry Callebaut – azienda con sede a Zurigo tra le più importanti produttrici di cioccolato al mondo – infatti, dopo più di dieci anni di ricerca e sviluppo ha presentato il suo nuovo prodotto.

Si tratta del Ruby chocolate, il cioccolato rosa nato dalla lavorazione di una particolare fava di cacao – la Ruby cocoa bean – coltivata in Costa d’Avorio, Brasile ed Ecuador dal colosso svizzero.

Una vera e propria novità in fatto di cioccolato, dato che l’ultima invenzione dei maître chocolatier risale agli anni ’30: il cioccolato bianco.

Il “cioccolato di quarta generazione” dunque è nato, e si unisce alla famiglia dei cioccolati suscitando già l’invidia dei tre fratelli maggiori: il fondente, quello al latte, ed il cioccolato bianco.

Tanti di voi si staranno chiedendo dove sia il trucco, o quale sia il diabolico colorante utilizzato per rendere rosa questo prodotto.

Il bello del Ruby chocolate sta proprio qui: non c’è trucco e non c’è inganno.

La Barry Callebaut ha infatti dichiarato più volte di non aggiungere coloranti o altri eccipienti in grado di modificare il colore del cioccolato, e che esso sia il frutto di un processo produttivo mai  tentato prima, che sfrutta alcuni precursori presenti naturalmente nelle bacche per esaltarne il colore rosa.

Una vera e propria novità in fatto di cioccolato, dato che l’ultima invenzione dei maître chocolatier risale agli anni ’30: il cioccolato bianco.

Oggi la domanda, supera la produzione.

Presentato per la prima volta il 5 Settembre 2017 a Shanghai durante un evento privato (guarda il video) – al quale fra gli altri ospiti, era presente una delle nostre ispiratrici: Dinara Kasko – il cioccolato rosa ha subito stupito per il suo colore, ma anche per il suo sapore, che è stato definito intenso e sensuale, con un’acidità leggermente più marcata rispetto a quella del cioccolato bianco e con una leggera nota fruttata. Per quelli di voi che vivono a Milano e non sanno resistere alla tentazione di assaggiare il Ruby chocolate, consigliamo la cioccolateria Zaini.

Prepariamoci dunque ad assistere ad una vera e propria invasione degli scaffali dei supermercati e delle pasticcerie, perché le richieste di questo prodotto hanno di gran lunga superato la produzione, fatto confermato da Pablo PerversiChief Innovation di Barry Callebaut – che ha dichiarato: “Il Ruby chocolate è stato introdotto in oltre quaranta mercati in tutto il mondo, al punto che oggi la domanda supera la nostra produzione, ma onoreremo le richieste” (il Sole 24 Ore).

Il Ruby chocolate dunque ha colto nel segno, e le indagini di mercato svolte dalla Barry Callebaut hanno dato i loro frutti.

Il cioccolato rosa ha subito stupito per il suo colore, ma anche per il suo sapore, che è stato definito intenso e sensuale, con un’acidità leggermente più marcata rispetto a quella del cioccolato bianco e con una leggera nota fruttata.

Ruby Chocolate sbanca sui social.

Al di là del successo commerciale del colosso svizzero però, è interessante notare come l’hype generato dagli utenti sui social network – Instagram prima di tutti – abbia appunto creato un’aspettativa incredibile per il Ruby chocolate.

Sui social infatti, il colore decisamente “pop” del nuovo cioccolato continua a spopolare ed invadere le timeline, promuovendo di fatto un prodotto che molti non hanno ancora assaggiato.

è interessante dunque notare come la vincente strategia di marketing di una grande azienda come la Barry Callebaut, possa basarsi sulle nuove tendenze e sull’utilizzo dei social network per la promozione di un prodotto.

Il Ruby chocolate infatti, ha tutte le carte in regola per essere famoso nel mondo dei social: è un cioccolato – asseconda dunque la tendenza agli scatti fotografici in tema foodporn -, ed è rosa, colore insolito per un cioccolato, e quindi fonte di grande curiosità.

Possiamo dunque dire che, in un certo senso, ultimamente la tendenza sia quella di affidare la pubblicità nelle mani degli stessi consumatori, che allo stesso tempo consumano e promuovono il prodotto.

Ovviamente le aziende non hanno smesso di assoldare staff competenti in fatto di pubblicità e promozione, che oggi devono creare contenuti adatti affinché sui social gli utenti si scatenino e spargano la voce.

Per noi di Supermad un nuovo cioccolato è semplicemente un nuovo cioccolato, e siamo certi che la maggior parte di noi vorrebbe fonderne una quantità sufficiente per riempire una vasca e tuffarcisi dentro: un desiderio che poco ha a che fare con il colore del cioccolato in sé, ma più che altro con la sua dolcezza e la sua consistenza.

Che sia marrone, bianco o rosa dunque, noi di Supermad consigliamo di mangiare cioccolato regolarmente e, perché no, di usare qualche scatto per colorare le timeline dei vostri social, ma occhio a non esagerare, perché si sa: il cioccolato fa ingrassare.