Torna al blog

La febbre per il nuovo MoonSwatch: il frutto di una grande manovra di marketing e di una cultura dell’hype piuttosto discutibile.

Il 26 marzo 2022 usciva la nuova collezione di orologi prodotti da Omega per Swatch dal nome Speedmaster MoonSwatchispirata al famosissimo Moonwatch di Omega: il primo orologio ad arrivare sulla luna! Ogni modello di questa collezione è un’evoluzione dello Speedmaster originale, ispirato ad un particolare pianeta del nostro Sistema Solare.

Già dalla notte precedente, davanti ai negozi Swatch selezionati per la vendita della nuova linea (come ad esempio quelli di Milano e di Napoli), in tantissimi si sono messi in coda per portarsi a casa un pezzo della collezione. La febbre per la nuova uscita ha portato al rapidissimo esaurimento degli assortimenti, generando anche i classici resell online di persone che hanno rivenduto gli orologi a prezzi spropositati.

Ma cos’ha di così tanto speciale questo MoonSwatch?

Beh intanto, un design molto ben riuscito. In secondo luogo, senza dubbio, il suo richiamo al primo Moonwatch di Omega! Infine ultimo, ma assolutamente non per importanza, il suo prezzo: 250€! Insomma: con meno di 300€ ci si portava a casa un gran bel segnatempo in bioceramica! 

La collaborazione tra i due brand ha generato un interesse molto particolare.

Da un lato Omega, l’azienda che ha realizzato modelli di alta precisione diventati iconici, dall’altro Swatch, più nota per le sue collezioni giocose ed economiche (non per questo meno apprezzate). Questa accoppiata inusuale ha funzionato benissimo, portando la nuova collezione MoonSwatch ad un successo immediato ed oltre le aspettative.

Swatch è un brand storico, che ha fatto dell’accessibilità la sua missione (come Ikea per il mondo del mobile, per intenderci). Omega si posiziona esattamente all’estremo opposto: la sua reason why si ritrova nella precisione, nel meccanismo e nel valore intrinseco dell’oggetto orologio. Insomma, due poli opposti che si incontrano per progettare una collezione iconica e accessibile. Dal punto di vista strategico, una scelta corretta a nostro avviso: parliamo di due brand di altissimo livello – per i motivi opposti – che per la prima volta dialogano fra loro, proponendo una linea assolutamente democratica /in stile Swatch) ma con l’attenzione millimetrica ai dettagli (in stile Omega).

Ma se strategicamente, ci sentiamo di lodare questo progetto. Dal punto di vista della vendita pura, beh… Scopriamo com’è andata a finire!

Ecco cosa si legge ancora oggi sul sito di Swatch: 

“Siamo estasiati dal supporto e dallo straordinario entusiasmo dimostrato per la BIOCERAMIC Moonswatch Collection. Stiamo facendo del nostro meglio per soddisfare la domanda e speriamo che chiunque desideri acquistare OMEGA x Swatch possa presto mettere le mani su uno di questi orologi. La Bioceramic MoonSwatch Collection per il momento non è disponibile per l’acquisto online. Vi ricordiamo che non è un’edizione limitata e presto sarà nuovamente disponibile in negozi selezionati Swatch.”

Come dichiarato da Swatch dunque, non si tratta di un’edizione limitata, e presto gli orologi saranno di nuovo disponibili.

Allora perché tutte quelle code?

Siamo abituati ormai da molti anni a fenomeni di questo tipo. Pensa alle code che fino a pochi anni fa si formavano davanti agli Apple Store prima del lancio del nuovo iPhone. Magari non te lo ricordi, ma centinaia di persone si accalcavano nei parcheggi già dalla sera prima del lancio, con tanto di tende da campeggio e sacchi a pelo.

Oppure pensa alle scarpe Lidl, diventate un vero e proprio caso mediatico: vendute per pochissimo in negozio, prese d’assalto dalla folla e diventate immediatamente introvabili.

Certo, l’operazione di marketing di Swatch e Omega è da manuale. Hanno immesso sul mercato un prodotto accattivante, riproponendo un grande classico ad un prezzo contenuto, ma senza riempire i magazzini: davvero un ottimo modo per far crescere l’hype.

Non c’è dubbio però che, esattamente come per tutte le code folli che abbiamo visto in passato, anche queste code e questa attesa febbrile siano il segno di una cultura dell’hype piuttosto discutibile. La nuova linea MoonSwatch è davvero bella ma, a nostro umile avviso, non merita comunque una notte fuori dai negozi, così come non lo meriterebbe nient’altro.

Tuttavia Swatch ci tiene a rassicurare il suo pubblico: gli orologi torneranno sul mercato. Possiamo dunque stare tutti molto più tranquilli!

Torna al blog