Nell’era digitale, stampare diventa una scelta.

Quello della carta è un mondo che ci affascina da sempre. No, non siamo come quei nostalgici dei tempi andati, che continuerebbero anche oggi a stampare qualsiasi cosa su carta. Seguire l’evoluzione del mondo della comunicazione è uno degli aspetti più avvincenti del nostro lavoro, e non vogliamo certo rinunciarvi solo per un pò di nostalgia.

La carta ci piace, ci piace molto è vero. Ma non è questo il punto. Il punto è: quando e perché bisognerebbe decidere di utilizzarla?

Quando abbiamo iniziato la nostra avventura -che avrete sicuramente seguito su questo blog e sui nostri social- ci siamo occupati subito della carta. Abbiamo contattato i nostri produttori preferiti, ed abbiamo chiesto loro i campionari. L’abbiamo fatto perché la carta ci affascina, e vogliamo mantenere una connessione con il suo mondo, per poterlo esplorare ogni volta che un progetto lo richieda. È così che stampare diventa davvero una scelta. In questo modo infatti, possiamo dare il valore aggiunto a un’idea grazie all’utilizzo attento e mirato della carta.

menu_colorplan
Colorplan, 3 varianti cromatiche

La carta è comunicazione. 

La sua trama, il suo spessore, il suo colore, ed addirittura il suo odore; colpiscono i sensi di chi la stringa tra le mani, e ci permettono quindi di comunicare con lui. Nell’era digitale, il valore della carta è in costante crescita, questo perché oggi l’investimento sulla stampa è un investimento mirato. Oggi si stampa sempre meno infatti, e quando si decide di farlo, significa che il progetto lo richiede davvero. In questo caso l’occasione diventa ghiotta, ed occuparsi del processo di stampa, dalla scelta della carta fino al risultato finito, diventa una vera e propria necessità. Un feticcio? Probabilmente sì.

Non entreremo nei dettagli, ma sappiate che il mondo della carta è davvero molto vasto. Conoscete FaviniColorplan? Oppure Gmund? Fatevi un giro sui loro siti, vi si aprirà un mondo. E per tutti quelli che, come noi, sono più sensibili al tema dell’ecologia, ricordate che la filiera produttiva delle carte di queste aziende viene controllata per ottenere le certificazioni necessarie per la tutela dei nostri polmoni verdi (FSC).

Invite_Favini
Sumo (2 mm) Favini

Noi di Supermad amiamo profondamente la carta, al punto da decidere di utilizzarla solamente quando ne vale davvero la pena. Questo ci porta ad affrontare religiosamente il processo di produzione di un prodotto cartaceo. Quando decidiamo di stampare infatti, il primo elemento che prendiamo in considerazione è proprio la scelta del supporto. Per noi la scelta della carta è un momento fondamentale durante lo sviluppo di un progetto. Non si tratta di una mera fase tecnica, o di una pratica da sbrigare in fretta. Si tratta esattamente del punto di partenza. La carta trascina con sé il progetto, non il contrario.

Anche voi avete un debole per la carta? Fatecelo sapere nei commenti!